Progetto Capitale Umano - Iniziative di Sistema 5/2014 "Stage Internazionali" e "JobDay" 2014

Nell’ambito del Tavolo del Capitale Umano, in collaborazione con la Società di Sviluppo Locale, la Camera di commercio ha realizzato due diverse iniziative per gli studenti iscritti agli istituti scolastici superiori del territorio: gli stage internazionali e il JobDay. Entrambi rientrano nel progetto promosso da Unioncamere, denominato “Scuola elevata al lavoro”, al quale l’ente camerale sondriese ha aderito per il terzo anno consecutivo, che si pone l’obiettivo di offrire agli studenti una formazione sul campo che consenta loro di acquisire competenze pratiche proprie del mondo delle imprese. Grazie allo stanziamento di 20 mila euro da parte della Camera di commercio, 21 studenti di quattro diversi istituti superiori della provincia di Sondrio (De Simoni e Piazzi Perpenti di Sondrio, Saraceno di Morbegno e Crotto Caurga di Chiavenna), individuati dalle stesse scuole fra i più meritevoli, hanno vissuto esperienze di lavoro all’estero o in realtà italiane che hanno contatti stabili con Paesi stranieri. Ad esempio gli uffici esteri degli istituti di credito, aziende esportatrici e agenzie di viaggio in provincia di Sondrio, Malta con la sede locale della multinazionale Baxter, Bratislava con la Camera di commercio italo-slovacca, Salonicco con quella italo-ellenica, e ancora Milano presso l’ufficio della Camera di commercio di Mosca e Francoforte all’ente camerale italiano. Gli stage si sono svolti durante l’estate e si sono conclusi nel mese di settembre. Nel corso del mese di ottobre è stato promosso il JobDay, una formula di orientamento innovativa, in auge negli Stati Uniti e in Canada, che offre agli studenti l’opportunità di seguire per un giorno un imprenditore o un lavoratore in aziende, uffici pubblici, negozi, studi professionali o laboratori e di scoprire dall’interno un mestiere o una professione. Sono stati coinvolti 54 studenti di nove diversi istituti, dai licei agli istituti professionali, dalla seconda alla quinta, e 27 realtà imprenditoriali locali (fra cui tre studi professionali, un ambulatorio veterinario, un Comune e una banca locale). Ogni studente è stato seguito da un tutor scolastico e da un mentor aziendale. Dai questionari compilati al termine del JobDay emerge la soddisfazione per aver vissuto un’esperienza importante in grado di svelare i meccanismi del lavoro e di aiutare chi non ha ancora le idee chiare su quale professione intraprendere. Un’esperienza che i partecipanti al JobDay consiglierebbero ai loro coetanei, che vorrebbero anche più lunga, non limitata a una giornata, e che definiscono ‘formativa’ e ‘istruttiva’. Rivelatori alcuni dei loro commenti: “Aiuta ad avere una visione più aperta della realtà”; “È utile a capire il mercato del lavoro, si possono imparare cose che a scuola non vengono trattate”; “Lo consiglierei perché aiuta a capire ciò che si vuole fare, un conto è avere un’idea rispetto a una professione, un conto è viverla sul campo”. Vedi la pagina Facebook di ScuolaLavoro: https://www.facebook.com/progettoscuolalavoro?fref=ts