Scuola ambulante di agricoltura sostenibile alpina

Il progetto "Scuola ambulante di Agricoltura Sostenibile di Montagna" si rifà all'esperienza delle "Cattedre Ambulanti" che portarono nelle campagne competenze e saperi con l'obiettivo di modernizzare l'agricoltura di fine ottocento. Oggi, pur in condizioni diverse, il passaggio dall'agricoltura industriale a quella ecologica ha bisogno di miscelare gli antichi saperi legati a pratiche agricole centenarie con le nuove "tecnicalità" dell'agricoltura rigenerativa e autoctona, così come di recuperare la dimensione relazionale e sociale dell'agricoltura. Intorno a queste riflessioni e potendo contare su una rete di coltivatori custodi, di piccole imprese impegnate nella valorizzazione della biodiversità alpina si vogliono avviare percorsi di orientamento, formazione, accompagnamento sui temi del recupero e valorizzazione dell'agro biodiversità favorendo lo sviluppo di tecniche di coltivazione a basso impatto ambientale: biologico, biodinamico, permacoltura, agricoltura naturale, agricoltura rigenerativa. Una nuova agricoltura compatibile e sostenibile con gli ecosistemi in grado di perseguire obiettivi di sovranità alimentare, valorizzazioni delle produzioni identitarie, il recupero di terreni abbandonati e la formazione di una nuova generazione di contadini - custodi dell'agro biodiversità. Scuola Ambulante ha organizzato nel periodo giugno - novembre 2015, in Valtellina, una serie di eventi per la valorizzazione dell'agro biodiversità alpina. La Scuola intende recuperare e valorizzare l’agro biodiversità integrandola nei processi culturali, sociali ed economici delle comunità locali e facendone risorsa per una modernizzazione agricola della montagna capace di misurarsi con i temi e con i problemi delle aree alpine marginali come quelli dello spopolamento, dell’invecchiamento, dell’esodo dei giovani e delle nuove povertà. La Società di Sviluppo Locale ha dato la sua disponibilità a collaborare agli eventi in programma.

Allegato: